Home / RISTORANTI / Zi’ Carmela – Ristorante
Ischia Hotel Offerte
Zi’ Carmela – Ristorante

Zi’ Carmela – Ristorante

Stasera siamo a cena da amici, al Ristorante dell’hotel Zi’Carmela. Nicola, lo chef, ci ha fatto sedere al tavolo in terrazza, quello da cui si vede il mare di Forio con le barche ormeggiate e il passeggio serale sotto di noi.

La filosofia del ristorante è: “Il gusto della tradizione”. Ed è vero, perché la giornata è stata proprio all’insegna della tradizione: dalla mattina all’alba in giro per i porti con Nicola, alla ricerca del pesce più fresco, all’ora della cena, con l’uso sapiente di pomodorini, zucchine ed erbe aromatiche della campagna della mamma dello chef, signora Filomena, per concludere con la passione tutta mediterranea che colora i piatti. Chef Nicola mi ha dato la brochure del ristorante: poche righe, scritte da un uomo che cucina per passione e per gli amici, e per fortuna anche per i clienti dell’hotel e del ristorante. La brochure parla di sapori e profumi di Ischia, della cucina di nonna Carmela, a cui dal 1954 si ispirano le pietanze del ristorante di Zì Carmela, di delizie e di autentici capolavori dell’arte culinaria, tutti preparati con le materie prime che soltanto Ischia può offrire.

Fin qui, l’idea di Chef Nicola. Ma adesso ho voglia di raccontare la mia esperienza, raccolta in appunti ed emozioni sparse, che rendono molto meglio di qualsiasi guida turistica e molto meno di una cena da Zì Carmela. Qualcuno ha detto che uno chef senza ingredienti di qualità è come una serata senza luna. E le materie prime, come il pesce fresco, sono niente senza mani sapienti che lo rendano un piatto unico e speciale. In cucina osservo la maestria di Nicola e del personale, unita a sapori preziosi e genuini. Mare e terra insieme, per offrire il meglio al gusto e al cuore. Qui ho capito che la passione, quella autentica, è contagiosa: venite ad assaggiarla al ristorante Zì Carmela.

Il pescatore e la semplicità

La filosofia di Zì Carmela, il gusto della tradizione, nasce in cucina e si riflette anche sulle tavole imbandite del ristorante all’aperto. Qui ho trovato attenzione alla persona, il piacere del contatto, una cordialità mai forzata che si riserva ad un ospite che si accoglie in casa, ed al quale vanno riservate le migliori attenzioni. Difatti, i piatti abbinano la freschezza alla selezione e le pietanze sono come una coccola.

Immaginate un menu composto dalle cose più buone che un’isola del Tirreno possa offrire, come il pesce gratinato nel forno a legna e servito con una salsa di agrumi ischitani, le verdure e gli aromi dell’orto, i dolci fatti in casa. Stamattina mi sono svegliata presto e sono andata con Nicola a fare il giro dei porti di Ischia, dove i pescherecci rientrano dopo una lunga notte di pesca. Nicola conosce i posti migliori, gli orari d’arrivo delle barche che vanno a pesca di totani, le paranze, le varietà più saporite e sceglie i pesci uno per uno. Dopo, in tarda mattinata, Franchino il pescatore è venuto al ristorante a portare il pescato del giorno, quello che era sfuggito alla ricognizione all’alba. Tra un caffè, due chiacchiere e uno scambio scherzoso di battute, la ricetta ha preso forma prima nel cuore, e poi si è trasferita nelle mani dello chef per diventare il piatto del giorno. Olio extra vergine di oliva, semplicità, freschezza, un tocco di arte e il piatto è pronto. Per questo, l’antipasto di mare cambia ogni giorno: oggi, sautè di frutti di mare, insalata di polipo, sgombro marinato. Come resistere?

Nicola mi ha promesso una cena speciale: stasera si cena ad occhi chiusi, e quindi do una sbirciatina al menu per sapere cosa mi aspetta. Sono seduta sul tavolino in fondo, quello verso il mare. Tutto intorno, l’aria dolce dell’isola d’Ischia.

Metti una sera a cena: Paccheri di Gragnano, degustazioni di mare e dolci in casa

A cena, il personale è sempre pronto a consigliare la specialità del giorno o il vino giusto da abbinare ai piatti di mare e di terra proposti dallo chef.

Per chi non ha voglia di lasciarsi guidare, ecco un’anticipazione dei piatti da scegliere à la carte.

Zì Carmela offre una serie di degustazioni a prezzo fisso, ideali per chi ha voglia di assaggiare di tutto un po’, dall’antipasto al dolce. Ad esempio, si può scegliere Ischia a tavola, un trionfo di bruschette, misto di primi, fritturine e verdure saltate. Poi ci sono i sapori dell’Isola Verde: antipasto di mare, risotto e vermicelli, pesce fresco alla brace, frittura. Per concludere con una selezione perfetta per due persone: il romantico sapore di mare. Aperitivo, antipasti scelti di mare, pesce delicato al cartoccio, insalatina e vino abbinato. Una festa anche per le tasche: i prezzi variano da 25 a 55 euro a persona.

Tra gli antipasti, invece, sapori gustosi e raffinati, che abbinano i piatti della tradizione italiana, come il Prosciutto di Parma con i fichi, al pesce affumicato o marinato. Poche voci, l’essenziale: fresco e pieno di attenzioni, come la pasta di grano duro, rigorosamente di Gragnano: una sciccheria da intenditori perfino per palati avvezzi, come quelli napoletani. Il pesce fresco è protagonista di tutti i piatti, col tocco dello chef che personalizza e si fa ricordare, come gli gnocchetti sardi con gamberetti e zafferano. Niente di scontato e niente di banale: aragoste con pasta fresca, fiocchetti con pere e formaggio. Tanto amore e conoscenza arricchiscono le creazioni del ristorante Zì Carmela. Pesci, molluschi e crostacei sono del mare di Ischia, scelti uno per uno come le carni, tutte fresche e tutte italiane. I dolci sono fatti in casa e perfino l’insalata è locale: ruchetta selvatica, saporita e leggermente piccante. Se leggete con attenzione il menu, come ho fatto io, noterete l’assenza degli asterischi di fianco ai nomi delle portate, tipici di molti locali turistici e che indicano i prodotti surgelati.

Per info & prenotazioni
Tel: 081.998423 – 081.997243

 

 

 

 

Hotel Ischia Offerte
Scroll To Top
Close
Per la tua vacanza a Ischia scegli Marcantonio B&B!
Ad Ischia Ponte, in pieno centro ma comunque tranquillo